"Riscoprire e far conoscere la storia orologiaia della Valle, storia fatta di legami sociali, di paese e di migrazioni, di confronti e incontri, di passione e di tenacia. Tradizione e innovazione per creare futuro ai giovani, ancorandoli alle loro radici" - Mission AOP

Sabato 18 dicembre 2021 ha avuto luogo a Prato Carnico un appuntamento di grande interesse, organizzato dall’APS Associazione “Amici dell’Orologeria Pesarina Giovanni Battista e Remigio Solari”, capofila del progetto L’eredità degli ultimi Orologiai della Carnia, tra cultura e innovazione, realizzato con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia.

Manifesto 18 12 2021Si è trattato dell’evento conclusivo per la presentazione al pubblico di cinque audiovisivi tematici e un docufilm illustrativo destinati ai Musei e ad altri canali di diffusione, nonché di un sito web dedicato.

Questa manifestazione, in particolare, “vuole mettere in luce il valore storico-culturale della realtà analizzata, il coinvolgimento del mondo della scuola grazie al partenariato con l’ISIS Fermo Solari di Tolmezzo, e la rivitalizzazione dei legami di una comunità di lavoro che può contribuire ad alimentare relazioni e tenere vivo un patrimonio culturale utile a prospettive future di sviluppo socio-economico per le comunità di montagna della Carnia.”

La Presidente


Verso la conclusione del progetto “L’eredità degli ultimi orologiai della Carnia, tra cultura e innovazione”: presentati il 18 dicembre 2021 a Prato Carnico i risultati dell’attività.

Nell’accogliente Auditorium comunale di Pieria, frazione di Prato Carnico, l’Associazione Amici dell’Orologerie Pesarina (AOP) ha presentato ai soci e alle autorità regionali i risultati del progetto etnografico intitolato “L’eredità degli ultimi Orologiai della Carnia, fra cultura e innovazione”, sostenuto dal finanziamento della Regione FVG e condotto con successo, malgrado alcune difficoltà recate dalla pandemia Covid-19, grazie all’impegno del Gruppo di lavoro creato in seno all’Associazione e la solidale compartecipazione di otto partner.

2021 12 18 foto 1Tra questi, in primis, il Comune di Prato Carnico, gestore del Museo dell’Orologeria di Pesariis, rappresentato nella cerimonia dall’Assessore alla cultura Gino Capellari e, nel finale, dalla sindaca Erica Gonano che ha consegnato alla presidente dell’AOP, Rosa Maria Solari, un’artistica targa a testimonianza del fattivo rapporto di collaborazione instaurato nel quadro delle azioni di promozione del territorio sviluppate nel triennio.

Il prof. Stefano Solari, responsabile scientifico del progetto, ha presentato al pubblico in sala e in videoconferenza i risultati dell’attività realizzata nell’arco di sedici mesi di lavoro per ricostruire e tramandare attraverso efficaci supporti audiovisivi l’epopea dello sviluppo industriale dell’orologeria carnica: un modello di eccellenza che nel ‘900 ha proiettato sui mercati di tutto il mondo i prodotti ideati e fabbricati nel cuore della Carnia, accompagnando con intelligenza la transizione della tecnologia elettromeccanica a quella elettronica e sempre con un occhio attento al design.

Sono 6 gli audiovisivi originali prodotti dal progetto. I contatti e le interviste con una cinquantina di testimonial, ex dipendenti e familiari del gruppo industriale Solari, hanno consentito di realizzare un docu-film divulgativo di circa 40 minuti, destinato al pubblico, e 4 videoclip pensati specificamente per i visitatori dei musei. Primi destinatari, il Museo Carnico delle arti popolari “Michele Gortani” di Tolmezzo, il Museo etnografico del Friuli di Udine e lo stesso Museo dell’Orologeria di Pesariis per il quale il Comune ha in progetto un piano di potenziamento e di ammodernamento tecnologico.

Le “pillole” di storia socio-economica sono state incentrate sulle produzioni del classico orologio pesarino, degli orologi da torre, sugli aspetti del lavoro femminile e sul tema delle migrazioni che hanno portato ricchezza e innovazione nel cuore della Carnia. Un sesto filmato, girato in collaborazione con l’ISIS “Fermo Solari” di Tolmezzo coinvolgendo docenti e studenti nella ricostruzione del processo produttivo relativo all’Orologio di controllo, sarà illustrato nella seconda sessione dell’evento conclusivo del progetto, nel prossimo gennaio.

L’utilità dell’iniziativa è stata unanimemente confermata negli interventi dei rappresentanti museali: l’on. Aurelia Bubisutti presidente della Fondazione Museo Gortani con la conservatrice Amanda Talotti, Pamela Pielich conservatrice del Museo di Udine (dopo il periodo di reggenza di Paola Visentini) ed Elena Puntil, braccio destro dell’assessore Capellari nella direzione del Museo di Pesariis.

2021 12 18 foto 2La metodologia seguita nel progetto e la sostenibilità degli output sono state evidenziate da Franco Rota, incaricato del supporto gestionale, il quale ha sottolineato l’efficacia piano di comunicazione che comprendeva l’attivazione di un sito web dedicato, apporti tecnici e divulgativi del partner VideoTeleCarnia, diffusione di Newsletter a cura di AOP e interazioni con i media. Gli audiovisivi rilasciati e la rete di relazioni instaurata vanno nella duplice direzione di valorizzare il substrato culturale e di vivacizzare con nuovi strumenti l’attrattività dei musei etnografici, secondo l’auspicio che l’assessore regionale Gibelli aveva espresso sin dall’apertura del bando di incentivazione.

La serata, condotta con grande sensibilità da Carlo Tolazzi, fra momenti di emozione e di ricordo, è stata animata dagli intermezzi poetici di Luciana Schneider e dalle esecuzioni alla chitarra del giovane musicista Alvise Nodale. Dalle conclusioni di Rosa Maria Solari si è colto l’entusiasmo che continuerà ad animare la compagine associativa degli Amici dell’Orologeria pesarina in seno alla comunità carnica e l’impegno per un crescente coinvolgimento dei giovani, del mondo della scuola e della formazione per accentuare opportunità professionali e occupazionali a garanzia del futuro sviluppo nel territorio.

FR-19.12.2021

 

logo RFVG

Contributo regionale: 20.000 euro
L.R. 16/2014 - 27 quater, comma 2, lett. a) – Avviso 2020

Amici dell’Orologeria Pesarina
Giovanni Battista e Remigio Solari - APS

33020 Prato Carnico, Frazione Pesariis 10/E - e-mail: info@orologeriapesarina.com
CF – 93022620301

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.